Un caffè con

Un caffè con Giuseppe Di Bernardo

Fumettista.
Docente del corso di Fumetto.

 

Qual è la cosa che ti ha dato più soddisfazione nell’ambito professionale?

Durante l’edizione del 2017 del Lucca Comics&Games venne presentata la puntata pilota tratta dalla serie a fumetti L’Insonne. È stato molto emozionante essere in mezzo ai riflettori e a tutte le persone appassionate della serie. Un momento di soddisfazione e orgoglio difficile da dimenticare.

Che cosa ti piace dell’insegnamento?

Ciò che mi danno i ragazzi. Le mie lezioni non sono canoniche ma è come se fosse un laboratorio. Il punto di vista dei miei studenti mi arricchisce. Ogni volta che c’è uno studente che inizia non sembra avere molto talento ma che poi a fine anno riesce a portar fuori ciò che aveva dentro questo mi dà enorme soddisfazione. L’insegnamento è un dare e avere continuo.

Nel tuo lavoro di fumettista quale tecnica usi?

Fino a tre anni fa lavoravo in maniera tradizionale: matita, china. Poi sono passato al digitale perché sono curioso e avevo voglia di provare una cosa diversa. Uso entrambe la tecniche ma con scopi diversi. La tecnologia ovviamente mi dimezza i tempi e riesco a fare molte più tavole in meno tempo.

Ci racconti un episodio avvenuto nella scuola che ti ha colpito?

Alla prima lezione chiedo ai ragazzi di disegnare al volo qualcosa. mi serve per capire il livello della classe. Per capire chi mi trovo davanti. Una ragazza una volta mi disegnò una nuvola nera simile a uno scarabocchio. avevo compreso che dietro a questo gesto c’era una chiusura emotiva e cercai di accoglierla e comprendere le sue difficoltà. A fine lezione mi corse incontro per farmi vedere i suoi lavori. Fu molto bello.

Quali progetti hai per il futuro?

Scrivere un libro per Edizioni Inkiostro, una graphic novel. Scrivere e disegnare il prequel de L’Insonne per la BD. E poi c’è sempre lui, Diabolik.

Giulia De Razza

Author Giulia De Razza

Sono zen ma ballo il rock. Shiatsuka di professione, ricercatrice di cosebelle per passione. Mi incuriosisce tutto ciò che mi circonda che sia un luogo o un odore. Bionda dentro e fuori e bla bla bla.

More posts by Giulia De Razza